STRAVOX: “SIAMO ESSERI UMANI. URGE RETE INCLUSIVA”

Photo Credit: © facebook.com/ Stravoix/

“Siamo un’associazione di promozione sociale e riscatto culturale nata a Palermo sulla scia della manifestazione di Black Lives Matter, su iniziativa di una trentina di ragazzi e studenti universitari di varie origini che non si sentono rappresentanti da gruppi con un modo vecchio, superato, di fare associazionismo.

Il Manifesto da noi redatto è alla base della nostra associazione formalmente registrata. Combattiamo ogni forma di discriminazione, ma per portare avanti la battaglia dobbiamo parlare tra di noi, con tutti i gruppi di attivisti africani ai quattro angoli dell’Italia, per fare fronte comune ed organizzare azioni comuni, su tutte le piazze, per risvegliare la società civile. Dobbiamo cominciare chiedendoci a noi stessi cosa dobbiamo cambiare, cosa vogliamo vedere cambiare e come concretizzare questi cambiamenti. Serve autocritica, serve confronto per capire dove e cosa stiamo sbagliando.

Photo Credit: © facebook.com/
Stravoix/

Serve dialogo per far capire ai nostri interlocutori chi siamo e cosa vogliamo. Non esiste solo lo sfruttamento dei braccianti ma anche lo sfruttamento dei nostri pensieri, delle nostre idee ed esperienze. Invece di uno sfruttamento urge costruire tutti insieme, su un piede di parità, un futuro migliore, partendo proprio dalla ricchezza delle nostre diversità. Siamo esseri umani e basta. Come tali vogliamo esistere. Vogliamo vedere il riconoscimento delle nostre competenze, uscendo da vecchi schemi di stigmatizzazione del vittimismo, da un sistema politico fondato su bugie e oppressioni per dividere la società, comandarla e opprimerla, facendo leva sulle discriminazioni socio-economiche.

Una politica che fa di noi merce di scambio. Il governo ha gli strumenti per cambiare le cose, è una questione di volontà. È anche necessario guardare alla storia, alla geopolitica, essere consapevole delle responsabilità dell’Occidente nei nostri Paesi di origine per capire perché siamo qui. L’Italia di cui abbiamo tutti bisogno dovrebbe essere costruita sulle competenze delle persone e non sulla razza. Ognuno di noi ha il diritto di vivere degnamente su questo territorio. Vogliamo vedere riconosciuti e rispettati i diritti garantiti dalla Costituzione italiana, che sono anche i nostri, senza doverli mendicare”.

Karim Ahmed
rappresentante e portavoce di StraVox