NEREZZA

©Rahma Nur (giugno 2020)

NEREZZA

Corpo nero
vilipeso, odiato
vezzeggiato, copiato
annullato, deriso
Ha un’anima?
Parla? Ragiona?
È un corpo, nero, inutile
sbeffeggiato dai più
Ah che bel sedere, però!
Ah che pelle morbida, però!
Ah che occhi profondi, però!
Ah che capelli ricci, soffici, però!
Posso toccarli,
posso farti una foto,
posso darti un bacio?
Che bella bimba
posso prenderla in braccio?
Oh, il corpo nero,
piccolo,
delicato,
morbido,
un bambolotto,
senz’anima
senza diritto
Lascialo lì
annegato nel mare.
Volgiamo lo sguardo.

BLACKNESS

Black body
hated, emulated,
groped, annihilated,
mocked
Do our bodies have a soul?
Do our mouths speak?
Do our minds think?
It’s a body, it’s black, useless, scorned
Oh what a nice butt,
Oh what soft skin,
Oh what deep eyes,
Can I take a picture?
Can I kiss you?
What a cute baby girl
Can I hold her in my arms?
Can I touch her hair?
Oh the little black body
smooth like silk
delicate like a doll,
without a soul
without a right
Leave it there
drowned at sea
turn our gaze away.