IL MONDO DELLA BELLEZZA POST CORONAVIRUS, SPERANZA PER PIANETA

Le conseguenze del Coronavirus si stanno manifestando nel ‘sistema beauty’, anche se in modo più discreto rispetto alle ripercussioni sul mondo della moda. La paura spinge verso l’acquisto online, l’attenzione più alta verso l’igiene fa che tutto il sistema debba cambiare seguendo le normative sanitarie che trasformano la nostra routine.

A causa della mascherina dobbiamo ripensare il nostro make up, ma anche la cura della bellezza. La richiesta di prodotti lenitivi e idratanti è aumentata e la modalità di acquisto è cambiata. Invece di testare prodotti da provare, si prediligono campioni monouso e spray per non permettere il contatto diretto. Per maggiori precauzioni igienico-sanitarie, rappresenta un’ottima idea l’uso di pallette e applicatori, sia nei negozi che in casa, per evitare il contatto diretto delle dita con le creme.

Il successo di prodotti molto ricercati come gel igienizzanti e creme idratanti per le mani aiuterà la ripresa del mercato dello skincare, nonché uno stile di vita più casalingo che stimolerà una maggior abitudine alla cura della pelle. Il desiderio di provare il piacere di fare un “SPA day” a casa, ‘fai da tè, abbinandolo al senso di maggior sicurezza, come conseguenza incrementerà l’acquisto di prodotti beauty.

Questa volta, però, non possiamo contare sul “fattore Lipstick”. In passato, in ogni crisi economica, i rossetti hanno spesso registrato un incremento delle vendite per via del loro effetto psicologico rassicurante e stimolante sulle donne. È successo, ad esempio, durante la Seconda Guerra mondiale, quando perfino Churchill, inizialmente contrario all’uso del rossetto da parte delle donne, si dovette successivamente arrendere quando si rese conto che portava ottimismo e normalità.

Purtroppo con la pandemia di Coronavirus e il conseguente uso della mascherina che nasconde le labbra, le donne dovranno spostare il loro focus altrove e la parte scelta da valorizzare è l’unica parte del viso non coperta dalla mascherina: gli occhi. Infatti, per la prima volta il make up occhi supera quello dei rossetti, che spesso umidi e cremosi possono attaccarsi alle mascherine. Un’alternativa può essere le matite per le labbra che, per il fatto di essere secche, non macchiano e con un piccolo strato di burro di cacao passato successivamente, possono essere ammorbidite.

L’emergenza sanitaria ha indubbiamente cambiato l’approccio dei consumatori alla bellezza, spingendo anche in questo caso, a un maggior senso di responsabilità verso il nostro pianeta. Con consumatori più ecologici e attenti alla sostenibilità, più ‘educati’ ed esigenti, abbiamo una promettente capacità di ripresa di un segmento del beauty: quello che offre prodotti maggiormente ‘green’. Un altro passo verso un futuro migliore. Questa è la speranza e l’augurio.

Nayra Laise
Influencer, blogger e stilista. Instagram: @nayralaise e @nayralaise.brand. Sito/Blog: www.nayralaise.it Facebook: NAYRA LAISE Email: info@nayralaise.it