CATERINA E ASHLEY, RACCONTO DAL MEDITERRANEO

Photo Credit: © Caterina Bonvicini – Blog Mediterraneo L’Espresso

Caterina Bonvicini è una scrittrice italiana che si occupa di donne, non solo nei suoi numerosi romanzi, ma anche nella vita reale. È stata lei a raccogliere la testimonianza di Ashley, rifugiata ivoriana soccorsa a gennaio 2020 insieme ad altre persone da un gommone in avaria in mezzo al Mar Mediterraneo, mentre si trovava in missione sulla Ocean Viking, nave di ricerca e soccorso gestita da MSF e SOS Mediteranee.

Con lei Princesse, la figlia di sei anni e sorella gemella di Junior, rimasto in Libia.
La donna, infatti, racconta a Bonvicini di essere stata costretta ad operare la scelta piu dolorosa che possa toccare ad una madre: decidere quale dei due figli portare con se, poichè mancavano i soldi per poter partire tutti insieme. Successivamente, come è stato ampiamente raccontato dai media partendo da un’esclusiva di Avvenire, si è riusciti a localizzare il figlio in Libia, ma non a portarlo fuori dal Paese attraverso un canale sicuro.

Junior, infatti, è partito spontaneamente con la donna a cui era stato affidato, tentando anche lui la traversata via mare e finendo a bordo di una nave dell’Ong Sea Watch. Dopo la quarantena obbligatoria Junior viene riunito alla madre e alla sorella in un centro di accoglienza a Crotone. Bonvicini e il marito si prenderanno carico della famiglia nel loro percorso di integrazione in Italia.