Black Soap, arriva dal Ghana l’oro nero delle donne africane

Il sapone nero è caratteristico dell’Africa occidentale e la sua creazione risale all’età precoloniale. Viene chiamato anche «alata samina» oppure «anago samina» in Ghana e «ose dudu» in Nigeria. Tutt’ora il sapone nero è molto apprezzato in particolar modo dalle donne per i suoi benefici sulla pelle e sui capelli.

Infatti l’ose dudu è conosciuto per le sue proprietà lenitive in presenza di dermatite, psoriasi ed eczema, la sua capacità purificante sulla pelle e sui capelli rimuovendo residui di sporco, sebo, forfora. L’effetto emolliente lo rende, inoltre, adatto da utilizzare prima e durante la gravidanza per prevenire le smagliature.

La ricetta originaria è composta da ceneri di buccia di platano, corteccia dell’albero di karité, baccelli di cacao, olio di palmisto ed acqua. Oggi ci sono tante varianti che includono anche altri ingredienti quali burro di karité, olio di cocco, burro di cacao, tutti ingredienti naturali che lo rendono adatto anche per pelli sensibili.

In base alla concentrazione dei burri, il black soap può avere un effetto purificante e quindi utilizzabile per la pulizia profonda su pelle o capello prima di una maschera idratante oppure emolliente quindi indicato per pelli più mature ed un lavaggio veloce dei capelli.

Anche il colore varia in base alla concentrazione degli ingredienti, infatti quando alata samina non contiene burri si presenta di color marroncino chiaro non omogeneo e di consistenza morbida. Invece con una maggior concentrazione di burri si presenta di color marrone scuro non omogeneo con una consistenza più dura. In entrambi i casi è un sapone che reagisce subito a contatto con l’acqua e fa davvero tanta schiuma.

A questo punto possiamo capire perché viene anche chiamato l’oro nero delle donne africane, in quanto tutti questi ingredienti contengono vitamina A, Vitamina K, Vitamina E e magnesio con un effetto ammorbidente, antiossidante ed antimicrobico.

In base all’uso che se ne vuole fare questo sapone può essere sciolto in acqua e miscelato con del miele, olii essenziali, erbe ayurvediche (shikakai, aretha) ed argilla (bentonite, rhassoul, argilla verde).

CONSIGLIO PER UN BAGNO PULENTE E RILASSANTE

Ponete nella vostra vasca pochissimi grammi di sapone nero, un paio di cucchiai di bicarbonato di sodio, olio essenziale alla menta piperita e tea tree. Vi ritroverete con una pelle purificata, morbida ed idratata.

Bagno con il Black Soap

Di Maccarthy Ruth Akutu – fondatrice Natural Black and Beautiful community e NBB Cosmetics (Milano) www.nbbcosmetics.it